Scala a chiocciola: quello che devi sapere!

Scala a Chiocciola: tutto quello che ti serve sapere… e anche di più!

La scala a chiocciola è una tipologia di installazione, collegamento verticale tra livelli diversi, sottocategoria del mondo scale, distinguibile per le sue linee spiraliformi; ideale sia per interni che per esterni. Essa assomma caratteristiche e varianti difficilmente elencabili in due parole. Una scala a chiocciola e la scala a chiocciola moderna, cioè l’evoluzione elicoidale, è in generale quella favorita quando la ratio è l’ottimizzazione dello spazio; ma le sue peculiarità vanno molto oltre questo aspetto.

Basta volgere lo sguardo per un attimo alla sua storia, per capire quanto scala chiocciola ne abbia avuta una tutta propria: unico possibile elemento di collegamento verso torrioni molto augusti o minareti, in generale si è resa nota durante il medioevo – benché utilizzata millenni prima con tutta probabilità – poiché era in grado di limitare l’accalcarsi di una folla di nemici che potesse percorrerla in contemporanea.

Quindi la scala a chiocciola è stata sfruttata per le sue qualità salvaspazio fin dagli esordi, poi in seguito è stata forse maggiormente apprezzata per la sua estetica sinuosa, ve ne sono esemplari in giro per il mondo divenuti famosi. Vediamo insieme le caratteristiche e peculiarità di questo tipo di realizzazione, che all’interno del mondo delle scale, gode di uno spazio proprio. 

Scale a chiocciola moderne: quante tipologie

Scale a chiocciola moderne

Cominciamo dalle basi: che cos’è una scala chiocciola e quante tipologie ne esistono? Presto detto! Innanzitutto una scala a chiocciola è un elemento di collegamento che si sviluppa completamente in verticale intorno a un palo, o piantone, centrale da cui si diramano i gradini e di conseguenza seguono eventuali ringhiere o balaustre.

Oltre al piantone centrale, specifici delle scale a chiocciola/elicoidali sono i distanziali tra un gradino e l’altro, sostituiti in alcune scale da velette sotto ai gradini oppure da fascioni esterni laterali a sostenere gli stessi, mentre la base della scala è costituita da una piastra di collegamento al pavimento da cui si erge la struttura.

La caratteristica visibile anche a un occhio inesperto è la sinuosità delle linee spiraliformi in primis, e in secondo luogo la differenza rispetto alle altre scale nello sviluppo e occupazione dello spazio: qualunque altra scala richiede anche spazio orizzontale, mentre la chiocciola segue la verticalità del pilone attorno al quale si snoda.

Fra le scale a chiocciola moderne posso proporti una suddivisione tecnica basata sulla geometria della pianta; possiamo avere infatti:

  • una scala a chiocciola pianta circolare
  • una scala a chiocciola pianta quadra
  • una scala a chiocciola pianta ellittica

In generale la loro distinzione si basa appunto sulla forma della scala in pianta; nella pratica, per portare un esempio, possiamo notare che una scala a pianta quadrata sfrutterà al massimo gli spazi angolari esistenti e la pedata risulterà più larga e comodamente percorribile

Ovviamente le linee sinuose tipiche della scala a chiocciola canonica ne risentiranno, e il design generale apparirà più rigido, ma l’ottimizzazione degli spazi può ben valere in alcuni casi qualche sacrificio.

In ogni caso una scala a chiocciola quadrata risulta sì perfetta per le posizioni angolari sfruttando appieno ogni centimetro perso dalla chiocciola circolare, ma la sua forma particolare la rende gradevole e funzionale in qualunque punto della stanza congeniale al tuo progetto.

Quindi, ricapitolando, una scala a chiocciola moderna può avere forme strutturali diverse pur mantenendo le due caratteristiche principali, cioè la verticalità e la struttura a spirale che ha sempre un fortissimo impatto estetico.

Se la scala a chiocciola salvaspazio – così chiamata per l’evidente ottimizzazione degli spazi che la caratterizza – è quella circolare, esiste una sua l’evoluzione moderna chiamata scala a chiocciola elicoidale. Forse un non addetto ai lavori potrebbe non notare le differenze al primo impatto, ma ve ne sono e anche notevoli, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Vediamole insieme.

Scala a chiocciola elicoidale: l’evoluzione

Sia che stiamo parlando di una scala a chiocciola interna o di una scala a chiocciola esterna, quella che noi inquadriamo come scala a chiocciola potrebbe non esserlo affatto: infatti la sua evoluzione moderna e amatissima nel settore si chiama scala elicoidale e potrebbero venire confuse.

L’effetto visivo al primo impatto può essere il medesimo di una scala a chiocciola classica ma le differenze ci sono: sempre si sviluppa circolarmente verso l’alto ma non esattamente intorno a un piantone centrale.

Infatti una scala a chiocciola elicoidale è costituita da due eliche, interna ed esterna, intorno al cosiddetto occhio. Indicata per spazi meno esigui rispetto alla chiocciola, la scala elicoidale risulta più ampia, a parità di diametro, nella pedata e nel passaggio; altrimenti dà il suo meglio esteticamente parlando in dimensioni maggiori.

Ovviamente come tutti gli altri tipi di scala a chiocciola può essere progettata in qualunque combinazione di materiali e finiture, persegue più una riuscita estetica piuttosto che il risparmio di spazio, di conseguenza è la soluzione moderna perfetta soltanto se lo spazio non è il primissimo problema a cui far fronte, rispetto a una chiocciola classica.

Scala a chiocciola o elicoidale Vortika di Officine Sandrini

La scala a chiocciola elicoidale Vortika rappresenta un esempio chiaro di come una scala a chiocciola possa essere completamente personalizzata e diventare la scala perfettamente adatta a un interno.

In ognuna delle sue varianti e combinazioni di materiali, Vortika si adatta alle esigenze sia strutturali e di dimensioni, sia stilistiche di cui necessità il contesto che la ospiterà. Con la dinamicità che contraddistingue le scale con andamento a spirale, si integra completamente al contesto ma mantenendo un fortissima personalità. Vortika di Officine Sandrini diventa un suggestivo complemento di arredo e di design, qualunque sia il livello di customizzazione con il quale è stata progettata

Vuoi una consulenza focalizzata sulla scala a chiocciola Vortika? Premi il pulsante e compila il modulo!

Scala a chiocciola esterna, oltre che per interni di design

Scala a chiocciola esterna

Se è acclarato ormai che una scala ben progettata apporti agli interni molto di più che una mera soluzione funzionale di collegamento fra piani diversi e ambienti differenti, arricchendo col suo design lo stile generale dei restanti arredi, questo vale a maggior ragione per le scale a chiocciola.

In questo caso, parlando di scale interne a chiocciola oppure anche di una scala a chiocciola elicoidale, sappiamo quanto queste installazioni possano cambiare le sorti estetiche degli ambienti che le ospitano.

Questo discorso è tanto valido anche per l’outdoor: la scala a chiocciola, con la sua comodità d’uso ed impatto visivo, è perfetta anche per gli ambienti esterni. 

Una scala esterna a chiocciola infatti può risolvere agevolmente problemi di collegamenti fra livelli diversi anche a ridosso di una facciata, nello stesso modo in cui le scale a chiocciola da interno risolvono problemi funzionali ma anche tirano in un certo senso le fila dello stile di tutto l’arredo circostante.

Le scale a chiocciola per esterni abbelliscono e contemporaneamente agevolano passaggi fra garage e piani superiori, terrazze, giardini o anche semplicemente creano la possibilità di un accesso alternativo.

Le possibilità di utilizzo sono molteplici, e una scala a chiocciola salvaspazio si rivela utilissima e decorativa in contesti interni ed esterni, aggiungendo valore al tuo immobile e adattandosi a qualunque stile ti rappresenti. 

Mille materiali possibili per scale interne e scale esterne a chiocciola 

I materiali per la scala a chiocciola

Quanti materiali esistono a disposizione per le scale, e più specificatamente per le scale a chiocciola? Tanti quanti ne puoi immaginare! 

Infatti anche grazie all’innovazione tecnologica è possibile usufruire – o velocizzare processi produttivi rispetto al passato – di molti materiali diversi, e combinarli assieme anche in maniere inaspettate.

Scale interne a chiocciola

Per quanto riguarda scale interne a chiocciola la scelta è davvero ampia, anche se sempre da effettuare con cura: infatti non è soltanto una questione di stile ed estetica, ma anche pratica di utilizzo, pensando per esempio al rumore che si può produrre percorrendo la scala o se il materiale della pedata possa rivelarsi troppo morbido per un passaggio frequente…

Insomma le valutazioni non devono essere in nessun caso superficiali riguardo ai materiali, dato che una scala soprattutto interna ben progettata può avere un così grande peso specifico nella valorizzazione di un ambiente. Le possibilità e le combinazioni sono molteplici per quanto riguarda gli interni, possiamo infatti avere:

  • scale a chiocciola in ferro sia naturale che con finitura verniciata o addirittura appositamente ossidato, sempre apprezzate in quanto adattabili in molti ambienti contemporanei e moderni 
  • scala a chiocciola in ferro battuto, più decorative e dall’estetica barocca 
  • scale a chiocciola in legno, amate in ambienti dal mood tradizionale o addirittura classico, per uno stile rustico ma anche scelte in contrasto in un ambiente moderno, apprezzate per il calore e la varietà dei legnami 
  • scala a chiocciola in muratura che possono essere estremamente semplici ma anche fortemente scenografiche
  • scale a chiocciola con rivestimento in pietra, un investimento prezioso
  • scale in plastica high tech di nuovissima tecnologia

I gradini possono essere, o anche venire ricoperti, di materiali diversi da quelli strutturali dell’installazione: vetro, legni di mille essenze diverse con caratteristiche e cromie differenti, ferro in varie finiture, acciaio o materiali solid surface di recente generazione, insomma chi più ne ha più ne metta.

Scale a chiocciola per esterni

Riguardo alle scale a chiocciola per esterni è d’obbligo qualche accortezza in più rispetto alle scale a chiocciola per interni, dovute alla presenza degli agenti atmosferici a cui la scala deve far fronte, a meno che non sia coperta.

Infatti temperature estreme, pioggia, gelo, sole possono pregiudicare nel tempo l’integrità di una scala a chiocciola esterna, per non parlare della salsedine nei luoghi di mare, qualora il progetto non sia ben studiato per far fronte a questo problema.

Anche la scala esterna non termina il suo compito con la sola funzione primaria di collegamento ma rappresenta un vero biglietto da visita in armonia con lo stile degli interni; una scelta frequente risulta la scala a chiocciola in ferro, acciaio, scala a chiocciola in ghisa ma anche in legno tradizionale oppure in pietra naturale.

Affinché la scala a chiocciola da esterno rimanga sempre perfetta deve essere sottoposta a zincatura se in metallo o in generale a verniciatura apposita idrorepellente.

Se parliamo di una scala a chiocciola in legno (che potrebbe essere massello, lamellare oppure di qualunque essenza più o meno di pregio), questo deve essere scelto ad hoc ad alta resistenza e/o trattato, lo stesso riguarda la pietra naturale (per esempio le varianti di marmo con più venature sono più vulnerabili all’usura dell’acqua).

Riguardo alla sicurezza, oltre alle dovute protezioni di corrimano e ringhiere, per la tua scala esterna dovrai provvedere alla progettazione di gradini antiscivolo, ideali per preservare da incidenti durante la percorrenza della scala.

Scala a chiocciola o elicoidale Etika di Officine Sandrini

La scala a chiocciola elicoidale Etika è il risultato di processi tecnici e artigianali di altissimo livello: non è una semplice scala in metallo, ma un vero e proprio manufatto mirabile di puro design.

Le varianti creative e le finiture possibili per il metallo sono molteplici, ma una cosa accomuna tutti gli esemplari – unici – di Etika: è una scala, per interni e per esterni, che custodisce molteplici elementi che vanno ben oltre la capacità di progettazione, infatti è il frutto di una tradizione artigiana ben precisa in combinazione con innovazione e ricerca di uno stile spiccato e forte personalità.

Vuoi approfondire la scala a chiocciola Etika con un nostro esperto? Premi il pulsante e compila il modulo!

Progettazione di una scala a chiocciola o elicoidale: accorgimenti sensati e normativa

Progettazione di una scala a chiocciola

La struttura di una scala a chiocciola ma anche di una elicoidale è comoda da usare e relativamente di semplice e veloce installazione. Abbiamo già detto quanto pesi nella scelta di questo tipo di installazione la sua capacità di ingombro minimo, rispetto ad altri tipi di scale.

La progettazione e la sua realizzazione vera e propria non è così semplice, soprattutto quando ideata su misura e non in serie. Chiaramente quanto minimo sarà il diametro della tua scala quanto più sarà stretto e poco agevole il passaggio… esiste sul mercato addirittura una cosiddetta scala semichiocciola, una vera scala a chiocciola salvaspazio, ma con delle ovvie controindicazioni.

In generale esiste una normativa che persegue soprattutto la sicurezza dei fruitori delle scale, riguarda sia le dimensioni scala a chiocciola, pedate, alzate ed anche ciò che riguardi la gestione delle ringhiere e balaustre.

Scale a chiocciola dimensioni e parametri da rispettare

Ti ho già parlato della varietà di strutture all’interno dell’insieme scale a chiocciola, con piante che possono non essere circolari per esempio o addirittura, fra le scale elicoidali, possono possedere dei tratti non retti alternati a tratti curvilinei ecc.

La scala a chiocciola rimane pur sempre la prima scelta se non hai lo spazio orizzontale adeguato per altro genere di scale, ma anche per il design ricercato che rimanda. Nella progettazione ci sono però regole di base da seguire.

La UNI 10804 definisce le linee guida sulle minime, sviluppo delle rampe, alzate, pedate e molti altri dettagli, dividendo contesti privati principali da contesti privati secondari (ma possono sempre esistere eccezioni o deroghe): il diametro minimo in contesto privato principale, per scala a chiocciola pianta circolare o quadrata, dovrebbe essere di 160cm; invece in contesto privato secondario per entrambe le tipologie il diametro minimo potrebbe essere individuato in 120cm.

Parlando di scale a chiocciola con pianta quadra, possiamo dire tranquillamente che esse risultano fra le più agevoli da percorrere, dato che i gradini che prendono ovviamente una forma diversa rispetto a quelli di una scala con pianta circolare, offrono una superficie più ampia.

In una fascia intermedia di diametri, senza estremi minimi o, al contrario, colossali potremmo avere una scala a chiocciola quadrata 120×120, scala a chiocciola quadrata 140×140, scala a chiocciola quadrata 150×150 di medie dimensioni ma anche una scala a chiocciola quadrata 160×160.

A livello di altezza è possibile variare davvero di molto fino a superare i 4 metri se necessario, in ogni caso ciò che conta è sempre rapporto tra alzata e pedata e di conseguenza il calcolo del numero di gradini che sarà necessario progettare.

Scala a chiocciola Vitre di Officine Sandrini

La scala Vitre corrisponde esattamente al modello di scala a chiocciola classico, con piantone centrale e andamento a spirale. Rispetto alle scale elicoidali e in particolare alla Vortika che può essere arricchita e personalizzata in molte varianti diverse, la scala a chiocciola Vitre si distingue per la sua estetica essenziale.

Le sue linee sono sinuose e leggere, la silhouette minimale, con eleganza moderna si integra praticamente in qualunque contesto. Il metallo può essere lasciato naturale ma anche verniciato a piacere.

La sua anatomia snella la rende perfetta come scala a chiocciola salvaspazio, eccellente in qualunque interno che necessiti di sfruttare al meglio gli spazi con poco ingombro orizzontale ma salvaguardando comodità ed estetica.

Scale a chiocciola moderne ma anche tradizionali

Scale a chiocciola moderne

In generale possiamo affermare che la tendenza del design mira a coniugare bello e utile, e la scala a chiocciola moderna aspira a valorizzare gli ambienti attraverso la forma strutturale, i materiali e tramite i dettagli più consoni alle tue esigenze.

Senz’altro è possibile anche installare scale a chiocciola economiche, magari estremamente semplici e pronte all’uso con misure standard, senza personalizzazioni, funzionali senza eccessive pretese estetiche. 

Vero è anche che una scala chiocciola su misura in ogni piccolo dettaglio e progettata su ogni tuo bisogno di spazio e di design probabilmente non risulterà altrettanto economica ma produrrà un vero e proprio aumento del prestigio dell’ambiente in cui deciderai di collocarla.

Il mercato offre davvero molte scelte, addirittura fino ad arrivare alla scala semichiocciola, un modello dalla struttura tanto minimale da essere la vera salvaspazio della situazione o una scala a chiocciola diametro 70… ma è possibile altresì progettare modernissime scale elicoidali imponenti e futuristiche, o barocche, o comode ma essenziali e minimal. 

Potresti amare gli angoli ma non avere spazio a sufficienza per una scala a sbalzo, e quindi potresti optare per una scala a chiocciola quadrata, oppure potresti desiderare una scala classica in legno adatta a un ambiente non troppo moderno.

Per esempio sono in auge scale a chiocciola in ferro, per interni ed esterni, con finiture diverse, anche ossidate o naturali, perfette per ambienti industrial contemporanei e giovani; oppure sono apprezzate scale a chiocciola in ferro dolce fortemente decorate… insomma ce n’è davvero per tutti i gusti e tutte le esigenze.

La scala moderna, e con lei anche la scala a chiocciola moderna si destreggia fra tradizione, artigianato e nuove tecnologie, e come tanti altri oggetti nelle nostre case travalica il suo ruolo funzionale originario per diventare altro, molto di più, un manufatto rappresentativo dello stile e della personalità del padrone di casa.

Chiedici tutto quello che vuoi sulle scale a chiocciola!

Vuoi saperne di più sulle scale a chiocciola, su come poterle inserire nel tuo progetto o hai qualche curiosità da sottoporre ai nostri esperti? Compila il modulo, e richiedi una consulenza telefonica gratuita!